Formazioni

Vengono offerte regolarmente formazioni e/o workshop per le/i collaboratrici/ori di diversi servizi ed uffici sul tema della violenza alle donne per contribuire alla professionalità di vari istituzioni.  Mediante la formazione si cerca di rompere il tabù sulla violenza domestica, di trovare moltiplicatori e di sviluppare misure di intervento e strategie  adatte.

I contenuti delle formazioni sono la trasmissione di informazioni sul fenomeno della violenza di genere, informazioni sulla dinamica delle relazioni violente, conseguenze della violenza su donne e bambini, vie d’uscita e strategie d’intervento.

Le formazioni si rivolgono soprattutto ai professionisti operanti nell’ambito psicosociale e sanitario.

Gruppo di destinatari:

Personale sanitario

Già da molti anni vengono offerte formazioni al personale sanitario, in collaborazione  con il “Comitato per le pari opportunità e la valorizzazione delle differenze di genere” dell’Azienda Sanitaria della Provincia Autonoma di Bolzano. Lo scopo delle formazioni è quello di illustrare le conseguenze della violenza sulla salute delle donne e spiegare l’importanza del personale sanitario all’interno del processo di aiuto di una donna che subisce violenza. Il riconoscimento e la denominazione  della violenza, la scoperta delle cause del malessere psico-fisico delle donne che si incontrano così come l’offerta di un sostegno e quali soluzioni sono possibili sono tutti elementi che vengono appresi dal personali sanitario durante il percorso formativo.

Medici di base

I medici di base sono persone di fiducia che molto spesso sono a stretto contatto con le pazienti. La mancanza di una conoscenza specifica sulla tematica sulla violenza alle donne e le scarse informazioni  che si possiedono sull’esistenza dei Centri antiviolenza e Case delle donne, presenti sul territorio, possono avere come conseguenza una carente assistenza alle donne che subiscono violenza.

Mediatori culturali

Per le donne straniere è molto importante potersi esprimere rispetto alle proprie esperienze traumatiche di violenza nella loro madrelingua. Una precisa traduzione e fornire le giuste informazioni durante le mediazioni  è determinante per i colloqui con le donne e per il loro sostegno. Per questo motivo il concetto della formazione per i mediatori culturali mira a chiarire  la tematica della violenza alla donne e a  informare e presentare le modalità di intervento.

Studentesse delle università, istituti professionali e scuole superiori

Su richiesta vengono offerte:
Tirocini: viene offerto l’accompagnamento di studentesse universitarie che frequentano un corso di studi che prevede al suo interno il tirocinio. E’ attiva la collaborazione con le Università degli Studi di Bolzano e Trento ma anche con altre università italiane ed austriache rispetto alla formazione di operatori sociali.